Calibrare Altimetro barometrico in un Garmin

ALTIMETRIA

 
Legetevi per prima cosa questo: http://download.garmin.it/Altimetrospiegato.pdf
Altimetro barometrico, funzione a parer mio indispensabile per un uso trail-running e MTB, essendo discipline in cui l’utente utilizza l’apparecchio dove la ricezione GPS non può essere ritenuta veritiera in modo assoluto.
Immaginate un sentiero pianeggiante sotto una fitta pineta, sicuramente i dati che ne verranno fuori (con device che utilizzano esclusivamente il GPS) sarebbero sicuramente poco veritieri.
 
Ora vediamo come funziona l’altimetro barometrico.

ESEMPIO Garmin Forerunner 910XT
 
Come scritto nel manuale:       (pag. 6 rev. novembre 2011)

“”Il Forerunner calcola la quota attraverso l’altimetro barometrico. L’altimetro barometrico è sensibile agli eventi meteorologici e alle aree pressurizzate, ad esempio le cabine passeggeri di un aereo
e le automobili. Se, a causa delle condizioni ambientali, l’altimetro barometrico inizia a segnalare letture errate, il Forerunner utilizzerà i dati di quota GPS.””

 

“”Calibrazione dell’altimetro barometrico
È possibile calibrare manualmente l’altimetro barometrico utilizzando una posizione salvata.

  1. Raggiungere una posizione in cui la quota sia nota.
  2. Selezionare MoDe>GPS>Salva posizione.
  3. Immettere la quota nel campo Quota. 
  4. Selezionare oK.

Se l’utente si trova entro 50 metri da una posizione salvata con dati di quota, il Forerunner calibra automaticamente l’altimetro barometrico. Altrimenti, l’altimetro barometrico viene calibrato mediante dati di quota GPS.””

Ho verificato di persona il funzionamento di quest’ultimo, solo che ho riscontrato delle piccole anomalie, per me trascurabili ma forse per altri non tanto, comunque sembra che tutto funzioni abbastanza bene.
 
Iniziamo con il cercare di individuare la quota del punto di partenza delle nostre attività, badate bene il luogo di partenza. (poi vi spieghero il perchè)
 
Io per fare ciò utilizzo Google earth, programma free scaricabile dal seguente link.  http://www.google.it/intl/it/earth/

La freccia rossa indica la zona dove ho posizionato il cursore.
Freccia gialla: informazioni inerenti al punto indicato con la freccia rossa.
In quest’immagine potete notare invece che spostando il cursore in un’altra zona anche le informazioni cambiano.
 
Tempo fa feci un rilievo utilizzando un rilevatore GPS professionale, un Hiper PRO della TOPCON, con correzione digitale, si collega ad un server tramite internet e corregge i dati, e mi dava una quota di 82 metri. Quindi penso che se non si vuole una precisione assoluta il mio metodo può essere ritenuto attendibile.
 
Una volta trovata la quota si crea come spiegato nel manuale un waypoint e si corregge il campo quote con la vera quota.
 
A questo punto avete un waypoint indicante lat/long e quota, niente di più semplice, ogni volta che accendete il forerunner, e dico accendete, in prossimità di quella zona dopo aver atteso la connessione hai satelliti in 910XT l’altimetro barometrico si calibrerà automaticamente.
 
Peccato che i Way-point nel 910XT e nel 310XT non possono essere sincronizzati con il computer, testato BaseCamp, EasyGPS, CompeGPS e google earth, per poi aver conferma direttamente dalla Garmin.
Quindi quando resetterete il 910XT dovrete reinserire tutto manualmente.

TEST

Test eseguiti nella giornata di oggi, tempo nuvoloso e temp. esterna 12 gradi, vento assente in tutte le situazioni di test.
 
Quota impostata nel waypoint 82m.
 
1° test questa mattina ad inizio giro calibrazione automatica.
2° test on-the road
3° test metà pomeriggio (proprio 5 minuti fa) calibrazione automatica.
TEST numero 1
Foto scattata dopo circa 5/6 min.  il FIX. dei satelliti.
TEST numero 2
Ho raggiunto dopo la calibrazione eseguita la mattina (TEST numero 1) un luogo con quota conosciuta.
Quota rilevata sotto il cartello 155.
Quota rilevata nel centro del borgo (punto più alto) 160.
TEST numero 3
Dalle fotografie si deduce che passati 6 min. dopo il fix con i satelliti siamo ben lontani dalla quota che ho impostato nel waypoint. (82 m)
Se notate nella foto n° 5 (tempo 03:33,66) la distanza dal waypoin è di pochi metri.
Come ultima annotazione, i due test sono stati eseguiti nel medesimo punto.
Conclusione: Ho appena mandato una mail al suppoto Garmin, allegando foto e descrizione, vediamo che mi dicono.
 
Il supporto Garmin risponde dicendo che si deve rimanere a una distanza di 15m, non 50 come specificato sul manuale, e di premere “Start” per avviare la calibrazione.
Ho chiesto anche se la notizia di ricevitori barometrici rotti dovuti all’acqua fosse vera, il tecnico mi ha risposto che sono semplicemente delle “dicerie da forum”, testuali parole.
 
 

RIPETIZIONE TEST DOPO E-MAIL RICEVUTA DALLA GARMIN.

Dopo aver ricevuto l’e-mail dal supporto Garmin ho rifatto i test nella stessa posizione dei test sopracitati. Riepilogando: distanza dal way-point minore di 15m (come comunicato dal supporto Garmin), quota del way-point impostata manualmente a 82m.

Ho avviato il Garmin ed appena si è eseguito il FIX con i satelliti ho avviato il cronometro, come negli altri test dopo più di 2 minuti ancora non avevo raggiunto la giusta quota, ma appena ho avviato premendo “start” la calibrazione è stata immediata.




Inserisco anche un video per far capire meglio cosa intendo.

In conclusione diversamente a come specificato nel manuale bisogna essere posizionati a massimo 15m dal way-point di riferimento e dopo il FIX avviare con “start” ed il gioco è fatto.
 
 
BUG RISCONTRATO NEL 910XT, comparativa con EDGE 800
Vi riporto a questo link. —LINK—

About Tommaso Vagnini