Garmin Forerunner 310XT TEST rewiev

Garmin Forerunner 310XT TEST rewiev

Firmware 4.50 GPS 2.10 ultimo disponibile alla data 19/11/13

Garminn forerunner 310XT

Il Forerunner 310XT è fratello minore del 910XT, unifica in un solo device tre sport; running, bicicletta e nuoto.

MANUALE Leggetevelo scoprirete un sacco di funzioni.

Garmin Forerunner 310xT

Il Forerunner 310XT dispone di molti accessori oltre quelli compresi in confezione, compatibili con tecnologia ANT+™,tra cui sensore di velocitàcadenza, footpad, fascia cardio e il sensore di potenza Vector.

Chi conosce gli altri forerunner, 205, 305 e 910XT  non avrà sicuramente difficoltà a muoversi nei menu e sotto menù del 310XT.

1.1 Materiali e forma

Mettendolo a confronto con altri device anche di altre marche si pone tra i più piccoli e meno ingombranti.

Il neo che mi sento in dovere di segnalare è l’esagerato spessore, che lo rende un po’ scomodo, dopo un utilizzo prolungato inizia a fare un po’ male il polso. (io lo usava per tracciare le discese di downhill), dopo tre giorni di utilizzo continuo ho dovuto allacciarlo sopra la maglia.

Garmin Forerunner 310XT peso

 

Garminn forerunner 310XT retroI materiali con cui è costruito, scocca posteriore e anteriore in plastica e cinturino in gomma,sono robusti e duraturi, sembrerebbe che il bruttovizio del 205,305 (i tasti in gomma si consumavano e si deterioravano) sia stato un pochino risolto.

Come il 910XT anche quest’ultimo ha toni di avviso e vibrazione.

Gli avvisi sonori sono un pò più potente di quelli del 910XT.

 

 

 

Premendo il tasto “POWER” si attiva la retroilluminazione, questa è regolabile e può essere impostata su tre livelli Spento – Acceso – Acceso MAX, dove il livello acceso può essere modificato con i tasti su – giu laterali, in questa schermata si possnon vedere anche sensori collegati al device e se funzionano.

Garminn forerunner 310XT illuminazione

Impostazioni

Tenendo premuto il tasto “MODE” si può scegliere il tipo di sport

Come potete vedere dalla foto (preso in esempio lo sport “corsa”)per ogni sport si possono impostare 4 pagine e configuratle con max 4 campi dati.

 

Come esempio potete vedere la foto sottostante dove viene raffigurata la scelta di 3/2 campi dati ma con 2 configurazioni possibili diverse.

Auto LAP/ Auto pausa

Per ogni sport si possono attivare o disattivare l’auto LAP e l’auto Pausa e in che modalità interagire.
 
Iniziamo con il vedere l’auto PAUSE è un funzione molto semplice, il device stoppa la registrazione quando in sosta o al disotto di una velocità impostata.
Ora invece vediamo come impostare l’auto LAP; ci sono 2 modalità di gestione.
  • Per distanza, se si sceglie questa modalità ogni volta che si percorre la distanza impostata, in questo caso 1 km il 310XT creerà un LAP
  • Per posizione, la modalità per posizione lavora in tre modi.
  1. Solo prem. Lap: salva un giro ogni volta che viene premuto lap e a ogni passaggio in una delle posizioni indicate.
  2. Inizio e Giro: salva un giro nella posizione GPS in cui viene premuto start e in tutte le posizioni della corsa in corrispondenza delle quali è stato premuto lap.
  3. Salva e Giro: salva un giro nella posizione GPS specifica contrassegnata quando si seleziona questa opzione e in una posizione qualsiasi durante la corsa quando si preme lap.

Funzione CARDIO-FREQUENZIMETRO:

Come dicevo prima il forerunner 310XT è compatibile con i sensori ANT+, Oggi la Garmin propone 2 tipologie di fasce cardio:
Come molti cardio-frequenzimetri visualizza la frequenza cardiaca in battiti al minuto, la frequenza media, la massima, tutti suddivisi se si vuole per lap.
Come il 910XT anche il 310XT dopo 2 minuti comunica all’utente la frequenza di recupero, cioè finito l’allenamento una volta premuto il tasto “Stop” se non si esegue un reset “tasto sinistro” dell’attività il 310XT dopo 2 minuti vi dirà la frequenza di recupero.

Frequenza al premere dello “stop” 172bmp, FC dopo 2 min. 110 bmp

FCrecupero= 62 (176-123)

Il 310xt usa l’algoritmo Firstbeat di seconda generazione per il calcolo delle calorie, questo algoritmo si basa sulla frequenza cardiaca e sui dati che si inserisco nel profilo utente.

Si ritiene un atleta un’utente che a riposo il suo battito cardiaco non supera i 60 bpm.

Per ogni sport si possono impostare nella finestra “Zone FC” i parametri con cui verranno calcolate le zone di frequenza e la FC%.

Se non viene rilevata la fascia cardio, il calcolo delle calorie si basa solo sui parametri dell’atleta (peso, genere, altezza, classe di allenamento), ma è molto più approssimato.

RICEZIONE SATELLITI:
Punto forte del Garmin 310XT è la ricezione satellitare, proprio oggi ho notato che anche in casa, vicino alla finestra chiusa, il GPS aveva segnale.
Il 310XT non ha l’altimetro barometrico quindi il grafico delle quote altimetriche basandosi solo sul GPS non sono precisissime.
Qui troverete un bel confronto tra il 305 – 310XT – 910XT dove si parla approfonditamente del reparto GPS.    —-LINK—-

 

REPARTO BICI:

Come potete notare il mio utilizzo principale e la MTB.
Esistono diversi accessori per agganciare il Forerunner alla bicicletta, io utilizzo l’attacco per il manubrio della polar. Lo utilizzavo con un Polar CS300 e non l’ho mai sostituito.
Per chi fa triathlon ci sono agganci rapidi ed accessori appositi per un trasferimento super rapido tra polso—-> bici —-> polso.

Le funzioni inerenti la bici sono le stesse che troviamo sia sul 205/305 cioè velocità istantanea, media, media ultimo lap, media lap corrente poi cadenza, distanza, potenza e tempo con le stesse tipologie della velocità.
L’ accessorio principale è il rilevatore di cadenza/velocità che unito al GPS completa al 100% le misurazioni effettuabili con questo device.
 
I pedali Vector (link: https://buy.garmin.com/it-IT/IT/sport-fitness/cycling-mtb/vector-/prod93569_010-00994-00.html), i suddetti pedali sono compatibili con il 310XT ma non possono essere sfruttati come con il 910XT
Ecco le differenze essenziali:
– Edge 705 / Forerunner 310XT: solo dati di potenza, no bilanciamento dx/sx
– Edge 500 / Forerunner 910XT: oltre dato di potenza anche bilanciamento dx/sx, con dato percentuale
(Bil. istantaneo, Bil. medio su totale o ultimi 3/10/30 sec. e bil. lap)

Le bici impostabili sono tre in ognuna di queste si possono impostare:
Nome – Peso – KM percorsi e diametro ruota
presenza o meno di sensori e di che tipologia
Infine si posso regolare le zone di frequenza cardiaca, le zone di potenza e di cadenza, tutto ciò distintamente per ogni bici.

 

REPARTO CORSA:

L’accessorio principale per la corsa è il Foot Pod, all’interno del menu impostazioni si può decidere in quale modo il Forerunner riceve i dati della velocità. Foot Pod oppure GPS.
Per calibrare il foot pod si posso usare 2 metodi, il primo tramite il GPS il secondo correndo in un tratto con distanza conosciuta, per esempio un 2×400 in una pista di atletica.

 

I campi dati impostabili sono gli stessi che si possono impostare nella bici, con la variante della velocità che non viene visualizzata in Km/h ma in MinxKm.

Appena tornato da una sessione di corsa prima pioggia e vento, poi quando a cominciato a grandinare sono venuto a casa, comunque vi posto una parte dell’allenamento (i 5 giri di pista che ho fatto).

La pista è 400ml ed ho utilizzato la funzione Auto LAP per posizione, impostando il primo lap quando son passato sotto lo “start”, potete notare che al di fuori il 2 giro che segna 410 ml tutti gli altri sono conformi ai 400m.

Mentre eseguivo il test indossavo anche il 910XT ed il 305, la comparativa potete trovarla qui.

comunque vi do un assaggio.

Praticamente che dire sono identici, anche se a sensazione il 310XT ha lavorato un pò meglio, era il primo che rilevava il LAP trascorso segnalandolo sul display.

Ho voluto inserire la tabella per farvi capire quanto funzioni bene il 310XT, è questa è la riprova che per chi lo userà nella corsa il 910XT son soldi sprecati.

VIRTUAL PARTNER:

Il VP si può attivare o no dal menu impostazioni di CORSA, BICI e ALTRO, non è attivabile nell’attività nuoto.

Prendiamo esempio la corsa, impostando un passo con il quale si vuole correre una run, il forerunner eseguirà la corsa con voi mantenendo la velocità/passo da voi impostata.

Sia nel 310XT che nel 910XT (nel 305 non è possibile) se avete impostato una velocità/passo sbagliata potete correggerla, utilizzando i tasti su/giù (premeteli a lungo).
Dal momento della correzione del passo il vantaggio o lo svantaggio accumulato si azzerano.

 

SEGUI CORSE:

La funzione “segui percorso” è presente sia nel 310XT.
Per creare i percorsi ci sono 2 possibilità:
  • Importarlo dal Garmin connect, da base Camp o dal garmin trainer
Notate la dicitura indicata dalla freccia rossa, si possono inviare al dispositivo anche corse create da amici.
  • Crearne uno da un’attività eseguita e registrata nella cronologia.
Una volta entrato nel menu delle corse, selezionare “Nuovo”
Ora selezionate un’attività che avete eseguito precedentemente.
Una volta selezionata si creerà la corsa ed ora potete seguirla, controllare l’altimetria ecc.
Con “segui percorso”, una volta premuto “start” possiamo anche eseguire un riscaldamento l’importante è non raggiungere il punto si inizio del percorso o un qualsiasi punto della traccia.
Una volta avviato il timer premendo “start” vi comparirà, oltre alle normali 4 pagine con i campi dati, la pagina con in V.P. e la mappa con la traccia disegnata (sempre se l’avete attivata da impostazioni), altre 2 pagine una con una sorta di indicatore di direzione e un grafico di elevazione dove viene segnalata la posizione del V.P. e la vostra.


REPARTO NUOTO:

Il Forerunner 310XT è impermeabile fino a 50M, solo che al disotto del pelo dell’acqua perde il segnale GPS.

All’interno della categoria “Altro” si può impostare la funzione nuoto, attivandola il Garmin tenderà ad eliminare tutti i punti che sono enormemente sbagliati.

Ho notato che come registrazione di dati è meglio impostare “registrazione intelligente”, con “ogni secondo” i punti rilevati sarebbero esagerati e l’errore viene amplificato esponenzialmente.

Anche attivando la funzione nuoto non si risolve molto, i dati GPS che si ricavano sono veramente imprecisi ed inutilizzabili, io per risolvere il problema nuoto con il GPS allacciato agli occhialini.
Come ultima cosa inserisco la traccia su BASEcamp e modifico la traccia cancellando tutti i punti che ritengo sbagliati, in questo modo si riesce ad avere una traccia che si può ritenere abbastanza attendibile.
Parte di traccia presa dal Garmin connect senza codifica, indossando il 310XT al polso la traccia risulterebbe ancora più imprecisa.
Traccia dopo la modifica eseguita con BASEcamp.

SCORCIATOIE E RESET

  • Nella schermata mappa premendo tasto “Enter” si visualizzano le coordinate.
  • passare alla modalità di diagnostica:

 

        1. Spegnere il 310XT
        2. Premere e tener premuto il tasto ENTER e POWER.

3. Continuare a premere ENTER e POWER fino all’apparizione della schermata di diagnostica.

        4 . Rilasciare entrambi i pulsanti.
Soft reset:
Premere e mantenere Mode e Lap/Reset per 10 secondi
Rilasciate conteporaneamente
L’orologio deve riavviarsi

Hard reset: a strumento spento,
tenere premuto il tasto MODE ed accendere normalmente lo strumento con POWER;
mantenere premuto MODE fino a quando non appare il messaggio: Cancellazione dati utente; confermare con Si

Master reset

spegnere Forerunner
Premere e mantenere premuto i pulsanti Enter e Mode
Premere e rilasciare Power
Premere e rilasciare il pulsate Lap/Reset (l’orologio dovrebbe spegnersi)
Aspettare 3 secondi
Rilasciare Enter e Mode

Il reset sul Forerunner 310XT sarà avvenuto se il dispositivo finisce di accendersi e si avvia la procedura guidata di configurazione. Riprovare la procedura se non appare la procedura guidata di configurazione.
Dopo aver eseguito la progetura guidata lasciare il dispositivo all’ esterno per un minimo di 20 minuti per acquisire i dati dei satelliti.
  • Auto Locate (reser dei dati satellitari)
             1. Assicurarsi dispositivo sia spento
             2. Premere e tenere premuto il pulsante Giù
             3. Premere e rilasciare il pulsante di alimentazione
             4. Attendere 30 secondi
             5. Rilascio il pulsante Giù

Dopo il AutoLocate viene eseguita sul dispositivo , attendere 15 a 20 minuti per acquisire la posizione corrente con una chiara visione del cielo . Il dispositivo di idoneità dovrebbe ora funzionare correttamente .



    

About Tommaso Vagnini