COMPARATIVA FORERUNNER 305 – 310XT – 910XT – EDGE 800

COMPARATIVA FORERUNNER 305 – 310XT – 910XT – EDGE 800

Comparativa 305-310xt-910xt-ed800 schermata

  • Forerunner 305 – Firmware software 2.90, firmware GPS 3.00 ultimo disponibile alla data 13/11/13
  • Forerunner 310XT – Firmware software 4.50, firmware GPS 2.10 ultimo disponibile alla data 13/11/13
  • Forerunner 910XT – Firmware 3.00 ultimo disponibile alla data 13/11/13

 FORME E DISIGN

Da sinistra verso destra FR305, FR310XT e FR910XT

 

Una delle differenze sostanziale è lo spessore del case, il più sottile è il 910XT, il 310XT e il 305 sono praticamente quasi uguali, un pochino più speso il 310XT.

I tasti anteriori del 305 li ritengo un pochino troppo grossi, mi è successo diverse volte di spingere involontariamente un tasto. Invece pressoché indentici tra il 310XT e il 910XT.

Perdipiù il 310XT ed il 910XT hanno il blocca tasti. (tenere premuti tasto MODE – FRECCIA SU)

Con la foto successiva potete notare l’evoluzione del cinturino.

 Il peso:

  • Forerunner 305      79grammi
  • Forerunner 310XT 74grammi
  • Forerunner 910XT 71grammi

 Premendo il tasto “POWER”  si attiva la retroilluminazione, nel 305 non è regolabile invece negli altri può essere impostata su tre livelli Spento – Acceso – Acceso MAX, dove il livello acceso può essere modificato con i tasti su – giu laterali.Su tutti e tre i Forerunner ci sono avvisi sonori che segnalano superamento zona di frequenza impostata, inizio o fine di una ripetuta, lap impostati, ecc. ma solo i due XT hanno anche la vibrazione, quest’ultima disinseribile in entrambi.

Per quanto riguarda il volume e la potenza di vibrazione il 310XT ha la meglio su tutti.

Il 305 che ha solo i toni non la vibrazione comunque si riesce ad utilizzare ma senza cuffiette o comunque indossandone una sola.


Bene ora iniziamo.

TEST BICI

Grazie alla bella giornata oggi sono andato a farmi un bel giro nei colli pesaresi, con tutti sti “aggeggi”attaccati al manubrio, ho incrociato tanti biker in BCD, mamma se mi guardavan male, molti di loro guardano il grammo, io con una bici da 15,2 con 500 grammi di computerini.

 Comunque facevo ridere di brutto.

Le tracce sono salvate nel mio account di Garmin Connect, le ho rese pubbliche. —-LINK—

 Iniziamo impostando tutti i parametri nello stesso modo, peso bici, intervallo di misurazione, diametro ruota per sensore cadenza.

L’impostazione di registrazione impostata è OGNI SECONDO.

 

Il test si divide in 2 rilevazioni separate.

La prima denominata “andata” e la seconda “ritorno”, sia per l’andata che per il ritorno ho fatto la stessa strada, (stoppando e resettando ), la differenza sostanziale e che nell’andata avevo attivo il sensore di cadenza/velocità.

 nel ritorno ho tolto la calamita che si posiziona sui raggi cosichè disinserivo in automatico in sensore velocità.

Ho inserito nel test anche l’EDGE 800, almeno abbiamo una comparativa anche con un device comunque di alta gamma che è prettamente per uso ciclistico

Il percorso che ho eseguito è una strada panoramica che costeggia la costa arrampicandosi su una collina, con una deviazione iniziale per tagliare un po’ il tragitto.

Percorso con saliscendi e con diverse situazioni di campo. Passaggi sotto vegetazione arborea e zone con totale apertura.

inserisco subito la pagina di confronto dell’andata che si ricava da garmin connect.

ANDATA 

Analizziamo alcuni dati discordanti.

Nell’immagina sopra potete notare, seppur ho impostato il diametro della ruota in modo manuale a 2120 mm in tutti e 3 gli apparecchi il 910XT ha calcolato 40 ml in più su una distanza di 14 km e 140m.

(come vedremo dopo ho inserito un dato errato del diametro, l’errore è stato fatto su tutti e 3 i device)

Nel reparto altimetria, il 310XT, unico dei 3 che non ha l’altimetro barometrico, non si è comportato male, calcolando però che il tragitto era prettamente su asfalto e senza fitta vegetazione.

RITORNO

Nella fase di ritorno ho smontato la calamita sui raggi ed ho impostato come tipologia di sensore “solo cadenza” impostazione che ha portato il 310XT, il 910XT e l’EDGE800 a non leggermi neanche il numero di pedalate, forse impostando solo cadenza con un sensore vel/cad si creano dei conflitti.

Quindi in tutti e 4 gli apparecchi la velocità e la distanza sono stati rilevati esclusivamente dal GPS. 

 Dopo analizzeremo le differenze tra andata e ritorno avendo percorso la stessa strada, ed avendo utilizzato 2 metodi diversi di misurazione.

Esclusa la velocità massima e il consumo calorico segnalato dal 305 (si basa su vecchi parametri) potete notare che gli altri dati sono allineati tra loro, quindi la gestione del GPS è prossapoco identica anche senel verificare la traccia in una mappa la traccia che viene disegnata dal 310XT e dell’EDGE 800 è più precisa e passa perfettamente sulla strada.

Mentre eseguivo il test cercavo di tener d’occhio i device e il modo in cui si comportavano nella lettura dei dati che ricevevano dai sensori, quello che ho notato maggiormente è:

  • La lettura della quota del 910XT  sembrerebbe più frequente, (anche se per la calibrazione automatica l’EDGE 800 è imbattibile, visto che il 910XT in questa cosa è una frana) quando parto da casa la strada prima sale un po, poi risciende, e infine per un 100 m rimane pressoché in piano, (cambiamenti di max 1 m), questi cambiamenti il 910XT li rileva, l’800 rimane sempre con la quota iniziale “84”, il 310XT e il 305 come l’800.
  • Il dato della pendenza istantanea (non proprio istantanea ma con qualche secondo di ritardo sia per 800 che 910XT) sembrerebbe più preciso nel 910XT legato anche ad una maggiore precisione nella lettura delle quote. Essendo il 310XT e il 305 solo GPS questo dato non è attendibile.
  • La ricezione del segnale cardiaco mi pare in linea su tutti e 3 i Garmin “più nuovi”, per il 305 invece ho notato una lentezza di aggiornamento (si parla di millisecondi), e un passaggio immediato tra diversi dati cardio, cioè se per esempio il 310XT legge 93 – 96 – 97, il 305 delle volte passa da 93 a 97. (si perde delle letture)
  • La gestione della cadenza e della velocità (esclusiva per l’andata) è pressoché come quella della frequenza cardiaca, però qui il 910XT eccelle, visto che ad ogni piccola variazione di pedalata lui se ne accorgeva immediatamente.

 

Una grossa differenza, che vorrò ritestare è il dato della distanza, con sensore di velocita/cadenzza si riscontra una distanza di 14,14 km con il  GPS 13,45, la differenza è abissale, calcolando che il percorso era tutto su strada.

 

Verificando con google Map i km sono: 13,50 km, domani mattina testerò in macchina il percorso, e lunedì impostero la calibrazione della ruota in modo automatico.

(NON SONO RIUSCITO A VERIFICARE PIOVE COME UN MATTO.)

Non capisco come mai ci sia tutta questa differenza, avendo misurato sul terreno lo spazio che copre la ruota anteriore usando questo metodo:

In MTB le gomme si gonfiano poco, ed io ho misurato senza montarci sopra, sicuramente l’errore è questo.

Sistemero il tutto e riprovo a fare il test, comunque il GPS è veramente attendibile.

Un accessorio che distingue il 910XT dal 310XT e dal 305 sono i pedali Vector (link: https://buy.garmin.com/it-IT/IT/sport-fitness/cycling-mtb/vector-/prod93569_010-00994-00.html), i suddetti pedali sono compatibili anche con il 310XT ma il 910XT ha numerosi campi dati visualizzabili in diretta sul device che nel 310XT non ci sono.

Ecco le differenze essenziali:

– Edge 705 / Forerunner 310XT: solo dati di potenza, no bilanciamento dx/sx

– Edge 500 / Forerunner 910XT: oltre dato di potenza anche bilanciamento dx/sx, con dato percentuale  (Bil. istantaneo, Bil. medio su totale o ultimi 3/10/30 sec. e bil. lap)

 

RUNNING

 

Le funzioni running si assomigliano in tutti e tre i device ci sono solo delle piccole differenze negli avvisi del 910XT e nella gestione del footpod del 305.

Si legge in giro che il 910XT non comunica un giusto valore per la velocità istantanea. Per verificarlo ho fatti un piccolo video di circa 2 minuti dove cammino – mi fermo – riparto – cammino più veloce – ecc.

Al contrario di quello che si legge in giro, mentre filmavo il video, la misurazione del FR910XT mi è sembrata la più attendibile e veloce nei cambi di velocità.

Oggi sapendo che un amico mi acquistava il 310XT (mamma se mi dispiace, ma non potevo averne 3), ho sfidato le intemperie e con un braccio pieno di Forerunner mi son fatto una corsa.

La parte di allenamento che vi posto è inerente a 5 giri di pista di atletica leggera (400ml), in linea di massima tutti e tre i Forerunner hanno rilevato la giusta lunghezza, forse un po meno il 305.

Per misurare i LAP ho utilizzato la funzione AutoLAP con impostazione di “Per posizione”.

La registrazione impostata in tutti e tre è “per ogni secondo”

Inserisco anche un’altra parte di allenamento, qui si vede bene come registrano in modo differente la traccia i tre forerunner. Da sinistra verso destra 305 —- 310XT —- 910XT

Ormai mi pento di aver venduto il 310XT a veder questa immagine.

TEST NUOTO

Nel reparto nuoto c’è poco da dire.

Il Forerunner 305 non è impermeabile, il grado di impermeabilita è IPX7, (resiste ad un’immersione ad 1 metro per 30 minuti), ma se volete farlo durare nel tempo evitate totalmente di farlo bagnare.

Il Forerunner 310XT e 910XT sono impermeabili fino a 50m quindi possono essere utilizzati in acqua senza problemi, entrambi perdono il segnale GPS se immersi, (problema legato al segnale GPS non hai device). 

Un altra diversità (sempre esclusiva tra 310XT e 910XT) è la gestione dell’attività nuoto, come spiego nei test che ho eseguito singolarmente per ogni Forerunner.

Forerunner 310XT

Forerunner 910XT 

Comunque riassumo qui in poche righe.

 Nel 310XT non esiste l’attività “nuoto”, ma nello sport “Altro” c’è una funzione attivabile che aiuta il device a gestire i punti GPS non validi o troppo sbagliati. (secondo me non funziona benissimo), anche se attivo la funzione io lo uso attaccato agli occhialini e non al polso.

Nel 910XT c’è un grosso reparto studiato per il nuoto, e questa è la parte principale che lo differenzia dal 310XT.

Parliamo un po’ di altimetria.

Puntualizziamo subito che il FR 910XT ha l’altimetro barometrico.

il 305/310XT rilevano l’altimetria solo dal GPS

Qualche giorno fa ho eseguito un piccolo test facendo lo stesso percorso con tutti i forerunner attaccati al manubrio.

La riga rossa segna la metà del tragitto, da li in po sono tornato sui miei passi.

La curva altimetrica più simile all’effettiva è quella disegnata dal 910XT.

ll 310XT seppur sbaglia esageratamente la quota di partenza riesce a disegnare una forma un po’ simile all’effettiva, invece il 305… lasciamo stare.

Appena i Forerunner hanno preso il segnale sono partito senza attendere neanche un secondo e questo ha creato questi errori esagerati nella quota di partenza del 305 e nel 310XT

il bello del FR 910XT è che una volta che ha acquisito i satelliti si può calibrare il barometrico e partire per la sessione di allenamento oppure se non si conosce la quota attendere qualche minuto che si calibri automaticamente.

Con il FR305 e FR310XT se si vuole avere una quota di partenza un po’ più veritiera dopo il fix, prima di partire, attendete 2/3 minuti.

Appena eseguito il FIX le quote rilevate sono palesemente errate essendo la quota del terreno conosciuta (82m).

Dopo qualche minuto vediamo che i due Forerunner GPS si sono avvicinati alla quota corretta, il 310XT ha un risultato molto buono.

Il 910XT in automatico segnava una quota di 85m poi con la calibrazione manuale ha segnato 82.

(ATTENZIONE alla calibrazione barometrica —LEGGETE QUI—)

 

Il dato chiamato precisione non si riferisce alle altimetria bensì alla precisione della posizione nel piano orizzontale.

L’altro ieri ho provato a cronometrare la velocità di FIX, il 310XT mi ha meravigliato è velocissimo.

Tiriamo un po’ le somme, escludendo il fattore estetico, sicuramente il Forerunner 910XT è il più completo, e con le ultime relise si può ritenere quasi perfetto, ma è anche il più costoso, non si trova a meno di 300 euro (esclusa fascia), invece il 310XT si trova a circa 100 euro in meno ed è veramente un buon compagno di allenamento.

I fattori determinanti per la scelta del prodotto possono essere budget, estetica e campo di utilizzo, vediamo di capire un po’ meglio.

910XT

  • Se il nuoto soprattutto in piscina è lo sport che volete monitorare.
  • Se volete utilizzare al 100% i pedali Vector
  • Se i vostri percorsi non sono strade ma sentieri e volete avere dei dati altimetrici super attendibili.
  • Sensore Vel./Cad. SI
  • Pedali Vector SI
  • FootPod SI
  • Sensore di potenza SI

310XT

Multisport eccezionale per corsa e bici ma non acquistatelo se volete introdurre al 100% il nuoto nelle vostre misurazioni, certo si può fare ma è un po’ meccanico e le informazioni ricevute sono proprio poche.

  • Sensore Vel./Cad. SI
  • Pedali Vector SI (in parte non tutte le funzioni sono registrate)
  • FootPod SI
  • Sensore di potenza SI

305

chi non aspira assolutamente al nuoto ed ha un budget limitato il 305 fa al caso suo, nella corsa e nella bici si comporta bene, anzi io l’ho usato per 4 anni, ed ancora funziona.

  • Non è compatibile con sensore di velocità. (solo cadenza).
  • FootPod si
  • Pedali Vector no
  • Sensore di potenza NO

About Tommaso Vagnini